giovedì 26 aprile 2012

Cacio & Pepe: una storia d'Amore Romana

"Vieni a Roma questo weekend?" Lui
"Credo di sì, perchè?" Io
"Vorrei portarti a cena fuori!" Lui
"..." Io emozionata
"Andiamo a Trastevere, in una trattoria nascosta in un vicolo, a mangiar Cacio & Pepe!!" Lui entusiasta
"O.o pasta e formaggio?" Io perplessa
"Non è una pasta qualunque! Vedrai, te ne innamorerai!" Lui ancor più entusiasta
"Se lo dici te.." Io ancor più perplessa

Sono passati quasi sette anni da quel piatto di Cacio & Pepe. Mi sono innamorata dei Vicoli si Trastevere, della Trattoria nascosta tra i vicoli e dei suoi tavoli di legno pieghevoli, della Notte Romana, della Casa delle Bambole (questa è un'altra storia) e di Lui, ovvio!

Ho imparato a preparare questo piatto, all'apparenza semplicissimo, subito dopo essermi trasferita a Roma e dopo innumerevoli tentativi e consigli di vere romane esperte, la mia Versione è arrivata ad assomigliare all'originale :) A quel punto ci siamo trasferiti sui monti, dove ho imparato altri piatti della tradizione locale, e questo piatto cartolina romano me lo son portata dietro!


Ingredienti per 4 persone
 
100 gr di Pecorino Romano
sale, pepe qb
olio evo
500 gr Tonnarelli o Stringozzi di grano duro

Metter su l'acqua per la pasta aggiungendo poco sale. In una terrina grattugiare il pecorino (o potete scioglierlo a bagno maria aggiungendo acqua di cottura per formare la cremina), aggiungere due cucchiai di olio evo, macinare il pepe nero e formare una cremina aggiungendo acqua di cottura. Quando la pasta sarà cotta scolarla e versarla nella terrina. Tenere da parte un bicchiere d'acqua di cottura nel caso fosse troppo densa la cremina di pecorino. Il pecorino ed il pepe rendono questo piatto unico dal sapore pungente. Regolatevi col pepe, anche se nella versione romana pizzica :)
Servite comunque con una leggera macinata di pepe nero.

Divina!!

E questa invece è la mia Malù in convalescenza un paio di giorni fa, perchè ora è già tornata la pazza di sempre, anche se non può scatenarsi fino alla prossima settimana.

Da lunedì Vacanza per me!!!!
un abbraccio 
Sara & C.

19 commenti:

  1. Malù è dolcissima. Al prossimo bis dei tonnarelli cacio e pepe ci autoinvitiamo!
    Stai tranquilla, goditi la vacanza e pensa solo a te stessa. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Cacio e Pepe..che meraviglia! Una delle pastasciutte più buone che ci siano!!!! Bravissima!

    RispondiElimina
  3. Ma che dolce questo post...w l'amore allora! Mi ricordi quando io andavo a Ferrara a trascorrere qualche weekend dal mio Lui nel suo appartamento universitario e anch'io ho una ricetta che mi ricorda quei momenti, la pubblicherò perchè ora è diventata un must a casa mia! E mi piace tantissimo cacio e pepe, anche se quella tua bella cremina non mi riesce così bene...la prossima volta seguirò le tue indicazioni per farla!!!Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aspetto di leggere la tua ricetta dell'amore :) e poi sai che questa cremina è stato il risultato di innumerevoli prove, soprattutto di prodotti. ciao!!

      Elimina
  4. Ma che storia romantica :-) Non sai la voglia di provare questa ricetta che mi hai fatto venire... ho l'acquolina in bocca :-) Ciao!!

    RispondiElimina
  5. Sai che non ho mai provato cacio e pepe ma mi hai ricordato che dovrei farlo, che bontà!!! E che bella Malu! Anche noi abbiamo un cane, si chiama 'Coda'!! Ovviamente il nome lo hanno scelto i miei cuccioli..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. simpatico Coda! quanti soprannomi avrà? i nostri pelosoni hanno una quantità infinita di soprannomi .. :) fammi sapere che ne pensi di questà semplice bontà! un abbraccio

      Elimina
  6. Ciao sono Maria e arrivo qui per caso! Ma che bel blog e che belle ricette, brava!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Sara, innanzitutto ti ringrazio per la tua visita. Poi ti faccio i complimenti per questo tuo delizioso posticino. Ma che dire di questa splendida cagnolona che mi guarda sonnacchiando? Adorabile ;-) Seguirò anch'io le tue avventure culinarie e non. A presto e buona vacanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille! è un piacere averti qui nella mia cucina a 1600 :)

      Elimina
  8. che bella storia sul cacio e pepe, una ricetta semplicissima ma che conquista :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! è la mia storia..la semplicità e l'amore trionfano su tutto :)

      Elimina
  9. Cacio e pepe, è gustosissima e Malù è deliziosa, ciao buon w.e.!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Potrei piangere ora per un cacio e pepe. Non lo reggerei...specie se mangiato a Trastevere o in quella trattoria dietro Castel Sant'Angelo, con i tavolini in mezzo al vicolo, la tovaglia a quadri e l'indiano che passa a fare i suoi trucchi dicendo:"guarda questo...guarda uno, guarda due, guarda tre...", e Lui che guarda me mentre mi sta seduto di fronte mentre ci beviamo un bicchiere di vino ridendo.
    Sì, adesso piango davvero, ma forse mi fa bene.
    Ti ho letta in questi giorni, in silenzio dall'angolino dove avevo bisogno di stare. Ciao Sara, una carezza ai tuoi pelosissimi e un abbraccio a te. Grazie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. andiamo insieme a mangiare Cacio & Pepe? :) un abbraccio forte a te Celeste

      Elimina